Facebook Twitter
wantbd.com

Sciatica

Pubblicato il Ottobre 25, 2021 da Richard Cyr

Se il tuo nervo sciatico si infiamma, la condizione è nota come sciatica (pronunciata si-ad'-i-ka). Il dolore può essere estremo! Spesso segue il percorso del tuo coraggio - lungo la parte posteriore della gamba, del piede, della caviglia e delle dita dei piedi - ma può anche irradiarsi sulla schiena! Insieme a dolori brucianti e acuti, potresti anche sentire sensazioni nervose come spille, formicolio, punture, sensazioni striscianti o tenerezza. Paradossalmente, la gamba può anche sentirsi insensibile!

Per semplificare le cose, sebbene il dolore da sciatica sia di solito nella parte posteriore delle cosce o delle gambe, alcuni individui potrebbero provare dolore nella parte anteriore o sul lato delle cosce o forse ai glutei. Per molti, il dolore è in entrambe le gambe: sciatica bilaterale!

Lo standard di dolore può variare. Può esserci un pulsante costante, ma può bloccare per ore o addirittura giorni; Può far male o essere coltello. A volte i cambiamenti posturali come bolle o mutevoli posizioni influenzano il dolore, e talvolta non lo fanno. In casi acuti, la sciatica può provocare una perdita di riflessi o forse uno sperpettore dei muscoli del polpaccio.

Per i malati di sciatica, un fantastico sonno notturno potrebbe essere un ricordo del passato. Cose semplici come camminare, camminare o alzarsi in piedi possono essere difficili o impossibili.

Come neurologo chiropratico certificato per il consiglio di amministrazione, adotto un approccio diverso alla prevenzione e al trattamento della sciatica. Dopo un esame neurologico approfondito, determinano quale parte del sistema nervoso non funzioni correttamente. Nella maggior parte dei pazienti sciatici, trovo una produzione mesencefalica elevata.

Ci sono 3 elementi per il tronco cerebrale: in alto, medio e inferiore. Il mesencefalo è la regione superiore del tronco cerebrale. Un'elevata produzione del mesencefalo causerà un aumento del polso e della frequenza cardiaca, dell'incapacità di dormire o di un sonno di veglia e in forma. Altri sintomi possono includere infezioni del tratto urinario, aumento del calore e della sudorazione e della sensibilità alla luce. Insieme a un'elevata produzione mesencefalica, il paziente con emicrania può presentare una riduzione della produzione del cervelletto. Il cervelletto controlla l'equilibrio, il movimento coordinato e i muscoli involontari della colonna vertebrale.

Indipendentemente dalla condizione, è molto importante che il neurologo chiropratico esegui un esame approfondito e completo per accertare la natura specifica della condizione del paziente.